Immobili in corso di costruzione e sicurezza

Data inserimento 20/06/2018 - 13:31


Immobili in corso di costruzione e sicurezza

Immobili in corso di costruzione e sicurezza: tutte le norme di sicurezza già applicate

Gli immobili in corso di costruzione sono uno degli investimenti più redditizi che si possono fare. Oltre a tutti i vantaggi come l'abbattimento dei costi di ristrutturazione e l'efficienza energetica, il fattore sicurezza brilla tra i vantaggi più importanti di questo settore dell'edilizia

Difatti, soprattutto con i recenti e purtroppo tragici avvenimenti degli ultimi anni, le norme di sicurezza sono diventate sempre più innovative ed efficienti, con lo scopo di ridurre al minmo i danni alle strutture e coinvolgere la sicurezza degli abitanti. Ristrutturare un immobile per renderlo conforme alle nuove normative può richiedere un investimento di capitale oneroso, e soprattutto può portare disagio nel quotidiano delle persone. 

Per questo, se stai pensando di comprare una casa nuova dovresti valutare l'idea di comprare un immobile in corso di costruzione. Vediamo nel dettaglio le norme di sicurezza più recenti.  

 

Immobili in corso di costruzione e le nuove normative di sicurezza

Come abbiamo già visto nell'articolo dedicato alle norme antisismiche gli immobili in corso di costruzione sono soggetti alle più innovative ed efficienti normative per la sicurezza in caso di terremoto. 

Oltre all'eventualità sismica, un edificio dovrebbe essere conforme anche alle normative anti incendio. Esse si basano sull'altezza dell'immobile e individua 4 modalità:

 

  1. edifici dai 12m ai 24 m di altezza:  i responsabili dell’attività antincendio devono identificare le misure standard e informare gli occupanti sui comportamenti da tenere in caso di incendio. Devono inoltre esporre un foglio informativo in cui sono presenti i divieti e le precauzioni da osservare, numeri telefonici per l'attivazione dei servizi di emergenza, nonché le istruzioni per garantire l'evacuazione.
  2. edifici dai 24m ai 54m di altezza: i responsabili devono anche verificare l’osservanza dei divieti e dei limiti di utilizzo delle aree comuni e adottare misure antincendio preventive. 
  3. edifici dai 54m agli 80m di altezza: è prevista l’installazione di un impianto di segnalazione manuale di allarme antincendio con indicatori di tipo ottico e acustico.
  4. edifici superiori agli 80m di altezza, o con più di mille occupanti è prevista una procedura più complessa, con l'obbligo di nominare un coordinatore per la gestione di emergenza. 

Per quanto riguarda la sicurezza sul fronte dell'elettricità la casa deve avere un interruttore magnetotermico differenziale, noto come salvavita, che interrompe l’alimentazione elettrica in caso di pericolo e  un impianto di terra che permette di scaricare a terra la corrente superflua.

 Particolarmente la cucina è soggetta a norme di sicurezza che riguardano per lo più l'areazione, così da consentire alle minime perdite di gas di non mettere in pericolo la vita degli abitanti. Le leggi prevedono una finestra apribile e una superficie minima di 1,50m. 

 

Le norme di sicurezza sono fondamentali per vivere al meglio nel luogo dove ci sentiamo più al sicuro. Acquistando un immobile in corso di costruzione esso sarà già conforme alle leggi vigenti garantendo quindi un'abitazione serena. 


Contattaci

Cerchi un immobile a Roma in costruzione o pronta consegna? Contattaci per una consulenza.


Contattaci, senza impegno